12
Nov

Pagamenti per stato di avanzamento lavori nella pianificazione forestale

Al fine di garantire comportamenti omogenei in tutta la Liguria, si forniscono a questo riguardo i seguenti chiarimenti.

I bandi del PSR relativi a investimenti consentono la presentazione di domande di pagamento parziali, in corrispondenza di stati di avanzamento dei lavori, a condizione che siano riferiti a lotti funzionali.

Nel caso si tratti di acquisti, normalmente non ci sono difficoltà nell’individuare un lotto funzionale. Nel caso di investimenti relativi a beni immobili la situazione è più articolata, ma è già stata oggetto di chiarimenti da parte dell’Autorità di Gestione.

Il caso della pianificazione forestale (segnatamente la predisposizione di Piani di assestamento e utilizzazione del patrimonio silvo-pastorale -PdA- o di Piani di Gestione Forestale -PGF- sostenuta dalla sottomisura 8.5) è ancora differente, trattandosi di un investimento di tipo immateriale, in cui il prodotto finale è appunto il Piano, che tuttavia nella sua formazione prevede una serie di attività, sia di campo che di tipo elaborativo e concettuale.

In linea teorica, infatti, il Piano può esercitare la sua funzione (per la quale è concesso il finanziamento), solo dopo essere stato ultimato e debitamente approvato, a seguito dell’istruttoria tecnica prevista, compresa l’acquisizione di pareri eventualmente necessari.

Tuttavia la definizione di “lotto funzionale” non può applicarsi solo al Piano approvato: in questo modo si creerebbe, tra l’altro, un’ingiustificata disparità di trattamento rispetto ad altri tipi di investimento.

Si può pertanto considerare “lotto funzionale”, nel caso della redazione dei Piani forestali, una realizzazione parziale delle attività che concorre alla realizzazione dell’intero investimento. La funzionalità, in questo caso, deve essere riferita al completamento della parte di investimento realizzata e che si rende comunque disponibile e funzionale per i passaggi successivi, e non alla funzione che l’intero Piano svolgerà una volta approvato.

In tal senso, anche al fine di perseguire una adeguata progressione della spesa e contestualmente consentire ai beneficiari di ridurre il ricorso ad anticipazioni di cassa, possono essere presentate domande di pagamento per stati di avanzamento lavori, con spese adeguatamente rendicontate, rispettivamente per:

a)      Piani di Assestamento e utilizzazione dei patrimoni silvo-pastorali (PdA)

1)   al completamento delle diverse attività in bosco, come i rilievi forestali previsti o la segnatura dei confini;

2)   alla presentazione degli elaborati di Piano completi al Settore Ispettorato Agrario competente, ivi compresi gli adempimenti di caricamento sul Sistema Informativo per l’Assestamento Forestale (SIAF).

Nei casi di cui al punto 1) l’importo della domanda di pagamento sarà definito sulla base del valore delle attività realizzate, utilizzando a tal fine i parametri di spesa presenti a preventivo, allegando alla domanda di pagamento una breve relazione di congruità del collaudatore incaricato, mentre nei casi di cui al punto 2), ove tutto il lavoro è completato fatta salva la necessità di eventuali modifiche e integrazioni che venissero richieste durante la fase istruttoria, la domanda di pagamento non necessita di altra documentazione e potrà riguardare al massimo il 90% dell’importo concesso;

b)      Piani di gestione forestale (PGF)

In questo caso, ove non sono ordinariamente previsti rilievi di campo, è possibile la presentazione di una domanda di pagamento per uno stato di avanzamento lavori solo alla presentazione degli elaborati di piano completi al Settore Ispettorato Agrario competente, ivi compresi gli adempimenti di caricamento sul SIAF. Come per i PdA la domanda di pagamento potrà riguardare al massimo il 90% dell’importo concesso.

Resta ovviamente fermo il fatto che, per entrambe le tipologie di pianificazione, la domanda di pagamento del saldo finale, e comunque l’erogazione dello stesso, è subordinata alla approvazione finale del Piano.

 

Ultima modifica il

Commenti

  • Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento

Lascia il tuo commento

Ospite Martedì, 01 Dicembre 2020

Informazioni aggiuntive

Per offrire informazioni e servizi nel miglior modo possibile, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.

Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli vedi la Privacy Policy. Per saperne di piu'

Approvo

Privacy Policy blog.psrliguria.it


Le modalità di gestione per quanto riguarda il trattamento dei dati personali degli utenti che consultano blog.psrliguria.itsono descritte in questa pagina.
I riferimenti normativi sono l'art. 13 del d.lg. n. 196/2003 - Codice in materia di protezione dei dati personali e la raccomandazione 2/2001 adottata dalle autorità europee per la protezione dei dati personali per individuare alcuni requisiti minimi per la raccolta di dati personali online, e, in particolare, le modalità, i tempi e la natura delle informazioni che i titolari del trattamento devono fornire agli utenti quando questi si collegano a pagine web, indipendentemente dagli scopi del collegamento.

L'informativa riguarda blog.psrliguria.it e non i siti eventualmente consultati tramite link.

Titolare del trattamento
Titolare del trattamento è la Regione Liguria, con sede in piazza De Ferrari 1 – 16121 Genova.
Responsabili del trattamento sono i dirigenti delle strutture regionali a cui l'interessato si può rivolgere per richiedere informazioni relative ai dati personali. Incaricati del trattamento sono i funzionari e gli impiegati autorizzati a compiere le operazioni dal titolare o dai responsabili. 

Responsabile del trattamento
Liguria Digitale Scpa è responsabile esterno del trattamento, ai sensi dell'articolo 29 del Codice in materia di protezione dei dati personali, in quanto incaricata della manutenzione tecnologica del sito.

Luogo di trattamento dei dati
Il trattamento dei dati connessi ai servizi web ha luogo nelle sedi di Regione Liguria ed è curato da personale tecnico dell'ufficio incaricato del trattamento.
In caso di necessità, i dati connessi ai servizi possono essere trattati dal personale della società che cura la manutenzione della parte tecnologica del sito, Liguria Digitale Scpa, nelle proprie sedi.

Dati di navigazione
I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento dei siti del network di Regione Liguria acquisiscono, nel corso del loro normale esercizio, alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell'uso dei protocolli di comunicazione di internet.
In questa categoria di dati rientrano gli indirizzi IP o i nomi a dominio dei computer utilizzati dagli utenti che si connettono al sito, gli indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier) delle risorse richieste, l'orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, la dimensione del file ottenuto in risposta, il codice numerico indicante lo stato della risposta data dal server (buon fine, errore, ecc.) e altri parametri relativi al sistema operativo e all'ambiente informatico dell'utente.
Questi dati vengono utilizzati al solo fine di controllare il corretto funzionamento dei siti, vengono di norma cancellati quindici giorni dopo l'elaborazione, ma potranno essere conservati per un mese sui server.
I dati potrebbero essere utilizzati per l'accertamento di responsabilità in caso di ipotetici reati informatici ai danni del sito.

Dati forniti volontariamente dall'utente
L'invio facoltativo, esplicito e volontario di posta elettronica agli indirizzi indicati su questo sito comporta la successiva acquisizione dell'indirizzo del mittente, necessario per rispondere alle richieste, nonché degli eventuali altri dati personali inseriti nella mail.



 

Cookie
blog.psrliguria.itutilizza cookie tecnici per migliorare il servizio. 
In particolare utilizza: cookie di navigazione e di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web; cookie di funzionalità, che permettono all'utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua).
Per l'installazione di cookie tecnici non è richiesto il preventivo consenso degli utenti, mentre resta fermo l'obbligo di dare l'informativa ai sensi dell'art. 13 del Codice.

Nel corso della navigazione su blog.psrliguria.it, l'utente può ricevere sul suo terminale anche cookie che vengono inviati da terze parti: siti o web server diversi dal sito su cui si sta navigando, come nel caso di Google Analytics.

Se si desidera disabilitare una o più tipologie di cookie per questo sito occorre accedere alle impostazioni del browser che si utilizza.

Per ottimizzare informazioni e servizi offerti, i siti del network regionale utilizzano Google Analytics, servizio di Google che consente di tracciare e analizzare il comportamento degli utenti online per quanto riguarda tempi, ubicazione geografica e comportamento sul sito.

Regione Liguria, a tutela della privacy dei suoi utenti, ha scelto l’opzione di scarto del quarto byte dell’indirizzo IP, facendo in modo che solo le informazioni relative alla Classe C vengano mantenute.

Le Privacy Policy dei servizi esterni:

Terze parti

Privacy Policy

Google Analytics

http://www.google.it/intl/it/policies/privacy/

Tag Manager

http://www.google.com/tagmanager/use-policy.html

Come disabilitare i cookie
In caso di accettazione dei cookies, successivamente, avrete la possibilità di rifiutarli, modificando le impostazioni del browser utilizzato per navigare.

Su Google Chrome:

Su Firefox:

 

Su Internet Explorer:

Conferimento dei dati
A parte quanto specificato per i dati di navigazione, l'utente è libero di fornire i dati personali riportati nei moduli di richiesta a Regione Liguria o comunque indicati in contatti con l'ufficio per sollecitare l'invio di materiale informativo o di altre comunicazioni.
Il loro mancato conferimento può comportare l'impossibilità di ottenere quanto richiesto.

Modalità del trattamento
I dati personali sono trattati con strumenti automatizzati per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per cui sono stati raccolti.
Specifiche misure di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati.

Diritti degli interessati
I soggetti cui si riferiscono i dati personali hanno il diritto in qualunque momento di ottenere la conferma dell'esistenza o meno dei medesimi dati e di conoscerne il contenuto e l'origine, verificarne l'esattezza o chiederne l'integrazione o l'aggiornamento, oppure la rettifica (articolo 7 del Codice in materia di protezione dei dati personali). Si ha anche il diritto di chiedere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché di opporsi in ogni caso, per motivi legittimi, al loro trattamento.
Le richieste vanno rivolte a privacy@regione.liguria.it