10
Set

Lo sviluppo rurale tra mare e montagna: GRUPPI TEMATICI

Il convegno "Lo sviluppo rurale tra mare e montagna" dello scorso 13 giugno, svoltosi a Finalborgo (Sv), ha dato la possibilità di far nascere importanti riflessioni sullo stato di attuazione e sulle prospettive per il periodo 2014-2020.

Per consentire di proseguire i lavori iniziati dai diversi gruppi sono stati organizzati alcuni incontri.

In allegato il calendario degli incontri.

A quale gruppo tematico avevi partecipato? Pensi di partecipare di nuovo? Hai qualche suggerimento per migliorare il lavoro dei gruppi?

calendario-gruppi-tematici_20130910-141246_1.doc

Ultima modifica il

Commenti

  • Lucia moscato Venerdì, 13 Settembre 2013

    Buonasera, sono titolare di una piccola azienda agricola, sono interessata ad approfondire i seguenti argomenti per verificare le reali possibilità di trasformazione e sviluppo della mia piccola azienda:
    Agricampeggio, fattoria sociale, autonomia energetica, cura e tutela dell'ecosistema aziendale e del territoio extra-aziendale, ripristino vegetazioni arboree da frutto (castagni ecc).
    Ho lavorato per più di venti anni nel campo sociale con portatori di handicap psicofisici, bambini, anziani e negli ultimi anni mi sono occupata di agricoltura biologica.
    Potreste spiegarmi come raggiungere il luogo degli incontri presenti in calendario tenendo conto che arrivò dall'entroterra di Andora?
    Grazie
    Saluti da Lucia

  • admin PSR Martedì, 17 Settembre 2013

    Gli incontri si terranno a Genova nella sala della Regione Liguria sita in via Fieschi 15 all'11° piano.
    Arrivando da Andora dovrà uscire al casello autostradale di Genova Ovest e proseguire per il centro di Genova, zona piazza Dante, dove troverà anche l'area parcheggi.

  • Lucia moscato Martedì, 17 Settembre 2013

    Grazie per l'informazione, temo di non riuscire a coniugare gli impegni di lavoro con il tempo dell'incontro, data la distanza; comunque farò il possibile.
    Colgo l'occasione per formulare alcune domande nella speranza che siano coerenti con l'intento di promuovere un dialogo costruttivo tra il mondo normativo e la realtà agricola.

    1) L'investimento nelLa creazione di un agricampeggio composto anche di case mobili e bungalow (oltre che di piazzole per tende e camper) con impianto fotovoltaico che renda l'azienda totalmente autonoma possono può rientrare nel PSR anche per la arte che riguarda le case mobili e bungalow.
    2) diversi colleghi del ramo agricolo lamentano di aver perso dei rimborsi previsti dal PSR a causa di errori commessi dalla associazione di categoria a cui si erano affidati nello svolgimento delle pratiche senza che vi fosse da parte di questa un'assunzione di responsabilità. Dato che quasi mai l'agricoltore è in grado di verificare la adeguatezza delle pratiche prima di ricevere le comunicazioni ufficiali circa i 'difetti' contenuti nella pratica, però è costretto a subirne le conseguenze anche gravi, chiedo che, laddove si verifichi un errore imputabile all'operatore dell'associazione (geometra, consulente di un'area specifica, operatore addetto alla definizione delle domande di contributo ecc...) che comporti soprattutto perdite di risorse, questa sia chiamata a risponderne anche con un risarcimento economico. Nella sostanza quando ci affidiamo ad una associazione di categoria dovremmo avere la certezza che essa sia assicurata per gli errori di forma o contenuto che potrebbero, anche se in buona fede, essere commessi. Cosa che è valida per un libero professionista.
    Se così non può essere, almeno dovrebbe esserci lasciata la libertà di fare a meno della sua mediazione, dato che ha un costo comunque.
    3) attualmente le banche non considerano più un titolo di garanzia l'approvazione del progetto nell'ambito del PSR quindi è impossibile ricevere finanziamenti ponte, con la conseguenza che procedono negli investimenti solo coloro che posseggono patrimoni e risorse tali da renderli autosufficienti. Fermorestando il fatto che il denaro pubblico deve essere tutelato il più possibile e ben speso, resta aperto il fatto che buoni progetti e realtà di VERO impegno agricolo o agrituristico rischiano di non procedere mentre altri progetti speculativi si. La domanda è : potrebbe il nuovo PSR contenere chiare indicazioni sulla spendibilità della approvazione del progetto nei onfonti delle bnche almeno proporzionatamente alla porzione di investimento che lo Stato si impegna a rimborsare?

    Ringrazio e saluto sperando di aver fatto domande e osservazioni opportune.
    Lucia

Lascia il tuo commento

Ospite Venerdì, 20 Ottobre 2017

Informazioni aggiuntive

Per offrire informazioni e servizi nel miglior modo possibile, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.

Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli vedi la Privacy Policy. Per saperne di piu'

Approvo

Privacy Policy blog.psrliguria.it


Le modalità di gestione per quanto riguarda il trattamento dei dati personali degli utenti che consultano blog.psrliguria.itsono descritte in questa pagina.
I riferimenti normativi sono l'art. 13 del d.lg. n. 196/2003 - Codice in materia di protezione dei dati personali e la raccomandazione 2/2001 adottata dalle autorità europee per la protezione dei dati personali per individuare alcuni requisiti minimi per la raccolta di dati personali online, e, in particolare, le modalità, i tempi e la natura delle informazioni che i titolari del trattamento devono fornire agli utenti quando questi si collegano a pagine web, indipendentemente dagli scopi del collegamento.

L'informativa riguarda blog.psrliguria.it e non i siti eventualmente consultati tramite link.

Titolare del trattamento
Titolare del trattamento è la Regione Liguria, con sede in piazza De Ferrari 1 – 16121 Genova.
Responsabili del trattamento sono i dirigenti delle strutture regionali a cui l'interessato si può rivolgere per richiedere informazioni relative ai dati personali. Incaricati del trattamento sono i funzionari e gli impiegati autorizzati a compiere le operazioni dal titolare o dai responsabili. 

Responsabile del trattamento
Liguria Digitale Scpa è responsabile esterno del trattamento, ai sensi dell'articolo 29 del Codice in materia di protezione dei dati personali, in quanto incaricata della manutenzione tecnologica del sito.

Luogo di trattamento dei dati
Il trattamento dei dati connessi ai servizi web ha luogo nelle sedi di Regione Liguria ed è curato da personale tecnico dell'ufficio incaricato del trattamento.
In caso di necessità, i dati connessi ai servizi possono essere trattati dal personale della società che cura la manutenzione della parte tecnologica del sito, Liguria Digitale Scpa, nelle proprie sedi.

Dati di navigazione
I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento dei siti del network di Regione Liguria acquisiscono, nel corso del loro normale esercizio, alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell'uso dei protocolli di comunicazione di internet.
In questa categoria di dati rientrano gli indirizzi IP o i nomi a dominio dei computer utilizzati dagli utenti che si connettono al sito, gli indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier) delle risorse richieste, l'orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, la dimensione del file ottenuto in risposta, il codice numerico indicante lo stato della risposta data dal server (buon fine, errore, ecc.) e altri parametri relativi al sistema operativo e all'ambiente informatico dell'utente.
Questi dati vengono utilizzati al solo fine di controllare il corretto funzionamento dei siti, vengono di norma cancellati quindici giorni dopo l'elaborazione, ma potranno essere conservati per un mese sui server.
I dati potrebbero essere utilizzati per l'accertamento di responsabilità in caso di ipotetici reati informatici ai danni del sito.

Dati forniti volontariamente dall'utente
L'invio facoltativo, esplicito e volontario di posta elettronica agli indirizzi indicati su questo sito comporta la successiva acquisizione dell'indirizzo del mittente, necessario per rispondere alle richieste, nonché degli eventuali altri dati personali inseriti nella mail.



 

Cookie
blog.psrliguria.itutilizza cookie tecnici per migliorare il servizio. 
In particolare utilizza: cookie di navigazione e di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web; cookie di funzionalità, che permettono all'utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua).
Per l'installazione di cookie tecnici non è richiesto il preventivo consenso degli utenti, mentre resta fermo l'obbligo di dare l'informativa ai sensi dell'art. 13 del Codice.

Nel corso della navigazione su blog.psrliguria.it, l'utente può ricevere sul suo terminale anche cookie che vengono inviati da terze parti: siti o web server diversi dal sito su cui si sta navigando, come nel caso di Google Analytics.

Se si desidera disabilitare una o più tipologie di cookie per questo sito occorre accedere alle impostazioni del browser che si utilizza.

Per ottimizzare informazioni e servizi offerti, i siti del network regionale utilizzano Google Analytics, servizio di Google che consente di tracciare e analizzare il comportamento degli utenti online per quanto riguarda tempi, ubicazione geografica e comportamento sul sito.

Regione Liguria, a tutela della privacy dei suoi utenti, ha scelto l’opzione di scarto del quarto byte dell’indirizzo IP, facendo in modo che solo le informazioni relative alla Classe C vengano mantenute.

Le Privacy Policy dei servizi esterni:

Terze parti

Privacy Policy

Google Analytics

http://www.google.it/intl/it/policies/privacy/

Tag Manager

http://www.google.com/tagmanager/use-policy.html

Come disabilitare i cookie
In caso di accettazione dei cookies, successivamente, avrete la possibilità di rifiutarli, modificando le impostazioni del browser utilizzato per navigare.

Su Google Chrome:

Su Firefox:

 

Su Internet Explorer:

Conferimento dei dati
A parte quanto specificato per i dati di navigazione, l'utente è libero di fornire i dati personali riportati nei moduli di richiesta a Regione Liguria o comunque indicati in contatti con l'ufficio per sollecitare l'invio di materiale informativo o di altre comunicazioni.
Il loro mancato conferimento può comportare l'impossibilità di ottenere quanto richiesto.

Modalità del trattamento
I dati personali sono trattati con strumenti automatizzati per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per cui sono stati raccolti.
Specifiche misure di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati.

Diritti degli interessati
I soggetti cui si riferiscono i dati personali hanno il diritto in qualunque momento di ottenere la conferma dell'esistenza o meno dei medesimi dati e di conoscerne il contenuto e l'origine, verificarne l'esattezza o chiederne l'integrazione o l'aggiornamento, oppure la rettifica (articolo 7 del Codice in materia di protezione dei dati personali). Si ha anche il diritto di chiedere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché di opporsi in ogni caso, per motivi legittimi, al loro trattamento.
Le richieste vanno rivolte a privacy@regione.liguria.it